Marcatura CE
FORMAZIONE
Direttiva Macchine e Marcatura CE + Reg. 2023/1230 | Corso Online
ISCRIZIONE
ISCRIZIONE
Direttiva Macchine e Marcatura CE | Corso in Azienda
Introduzione
Obiettivi
A chi si rivolge
Organizzazione
Contenuti
Materiale
Corso presso la sede della tua azienda
Location e pernottamento
Introduzione
Obiettivi
Contenuti
Materiale
ISCRIZIONE
ISCRIZIONE
La Direttiva ATEX | Corso in Azienda
Introduzione
Obiettivi
A chi si rivolge
Organizzazione
Contenuti
Materiale
Corso presso la sede della tua azienda
Location e pernottamento
Introduzione
Obiettivi
Contenuti
Materiale
ISCRIZIONE
ISCRIZIONE
CONSULENZA
Direttiva Macchine (Direttiva 2006/42/CE)
Direttiva ATEX (2014/34/UE)
Direttiva PED (2014/68/UE)
MARCATURA CE DI DISPOSITIVI MEDICI (Reg.2017/735)
HelpDesk per la Marcatura CE
DIRETTIVA ERP (2009/125/CE)
REGOLAMENTO PRODOTTI DA COSTRUZIONE (Reg. UE n. 305/2011)
Marcatura UKCA di macchine e quasi macchine
IMPORTAZIONE EXTRA-UE DI MACCHINE E QUASI MACCHINE
Validazione documentale digitale: 1CEIN.com
Marcatura CE
FORMAZIONE


Direttiva Macchine e Marcatura CE + Reg. 2023/1230 | Corso Online
Impara come marcare CE le tue macchine.
06/05/2023
PRENOTA IN SEDE
Direttiva Macchine e Marcatura CE | Corso in Azienda
Corso di formazione sulla Direttiva 2006/42/CE.
PRENOTA IN SEDE
La Direttiva ATEX | Corso in Azienda
Corso di formazione sulla Direttiva 2014/34/UE
PRENOTA IN SEDE
Marcatura CE
FORMAZIONE


Direttiva Macchine e Marcatura CE + Reg. 2023/1230 | Corso Online

Impara come marcare CE le tue macchine.
Dal 06/05/2023 ore 09:00 al 03/06/2024 ore 11:00
Corso online in diretta su Zoom
corsi@emtem.com | +39 039 28 48 437


COSTI
1 persona 0.00€/giorno (iva esclusa)
2 persone 0.00€/giorno (iva esclusa)
3 o più persone 0.00€/giorno (iva esclusa)

Procedi all'iscrizione inviando il modulo tramite email all'indirizzo corsi@emtem.com.

Marcatura CE
FORMAZIONE


Direttiva Macchine e Marcatura CE + Reg. 2023/1230 | Corso Online

Impara come marcare CE le tue macchine.


Perché scegliere i corsi mtm?

 

Se sei un progettista di macchinari, un responsabile della manutenzione o della sicurezza di un'azienda che fabbrica o utilizza macchine, probabilmente hai già partecipato a qualche corso di formazione riguardo alla Direttiva Macchine e le norme tecniche armonizzate.

 

Spesso però, un semplice corso informativo non basta ad acquisire tutte le competenze professionali necessarie per redigere effettivamente la valutazione dei rischi della tua macchina, specialmente in questa nuova fase di transizione verso la completa entrata in vigore del Nuovo Regolamento Macchine 2023/1230.

 

Ti ci ritrovi? Anche noi.

 

È per questo che abbiamo pensato e realizzato il nostro corso di formazione Direttiva Macchine + Reg. 2023/1230, con l'obiettivo di trasmettere tutte le competenze pratiche di chi ogni giorno si occupa di attrezzature da lavoro e impianti di produzione da oltre 20 anni.



Chi siamo? mtm consulting s.r.l.

 

mtm consulting s.r.l. nasce nel Maggio del 2000 grazie all'Ing. Massimo Granchi e da allora opera nell'ambito della marcatura CE di prodotto e della Direttiva Macchine, sviluppando progetti rivolti a soddisfare le specifiche esigenze dei propri clienti:

 

✓     redazione del Fascicolo Tecnico della Costruzione e del Manuale di Uso e Manutenzione

✓     progettazione e realizzazione di protezioni fisse e mobili interbloccate

✓     Tanto altro ancora! Per saperne di più clicca QUI!



Corso Direttiva Macchine: gli obiettivi

 

Il corso analizza tutti gli aspetti della Direttiva 2006/42/CE attualmente in vigore e del Regolamento Macchine 2023/1230 recentemente pubblicato, con l'obiettivo di fornire gli strumenti teorici e pratici necessari a: 

 

✓     affrontare la marcatura CE di una macchina, le problematiche ed argomenti ad essa connesse;

✓     valutare la conformità delle macchine in fase di acquisto, in modo da evitare sorprese ad acquisto avvenuto.

 

per imparare a redigere correttamente la Valutazione dei Rischi e compilare compiutamente il Fascicolo Tecnico della Costruzione, è infatti imprescindibile una conoscenza di argomenti correlati – come le norme armonizzate, il concetto di rischio e le metodologie di valutazione dei rischi disponibili, ai quali viene dedicato ampio spazio. 

 

Particolare attenzione viene data anche alle responsabilità di tutti i soggetti coinvolti, oltre a fornire tutte le indicazioni di come adempiere ad ogni obbligo di legge, anche in riferimento a:

 

✓     D.Lgs. 81/2008 sulla salute e sicurezza dei lavoratori sul luogo di lavoro;

✓     Il Nuovo Regolamento Macchine 2023/1230, recentemente pubblicato nella sua versione ufficiale.

 

Oltre alle nozioni teoriche essenziali per svolgere un buon lavoro operativo, questo corso fornisce anche supporto pratico, come esempi di fogli di lavoro reali per applicare le norme tecniche armonizzate trattate, da utilizzare come base per sviluppare progetti futuri.

 

Si tratta quindi di un corso dal taglio operativo che non rinuncia alla completezza e aggiornamento di contenuti, con lo scopo è di fornire una panoramica chiara e completa di una corretta marcatura CE oggi e nel prossimo futuro, in modo da poter garantire nel tempo la conformità delle macchine.  



A chi è rivolto?

 

Il Corso Direttiva Macchine si rivolge a chiunque abbia una conoscenza generale dell’ambito industriale e voglia approfondire le dinamiche e i passaggi da svolgere per marcare CE una macchina o impianto industriale: Datori di Lavoro, Datori di Lavoro delegati, RSPP, ASPP, Responsabili della Sicurezza, Responsabili di Manutenzione, Responsabili Qualità, Responsabili QHSE, solo per fare qualche esempio.



Come e quando? Indice del corso

 

Il corso si compone di un totale di 18 ore, così suddivise: 

- 4 lezioni della durata di 4 h ciascuna relative alla Direttiva 2006/42/CE; 

- 1 lezione di 2h dedicata al Nuovo Regolamento Macchine 2023/1230, acquistabile anche separatamente. 

Tutte le lezioni prevedono la presenza di un moderatore. 

 

Di seguito le date della prossima edizione e gli argomenti di ciascun incontro:

 

Lezione I - Lunedì 06 Maggio 2024 | h.09:00-13:00

Principi generali della Direttiva Macchine (figure interessate, iter marcatura CE, sanzioni).

Modifica delle macchine secondo Direttiva 2006/42/CE e adeguamento macchine secondo D.Lgs. 81/08.

 

Lezione II - Lunedì 13 Maggio 2024 | h.09:00-13:00

Fascicolo Tecnico delle macchine, Documentazione Tecnica Pertinente  delle quasi-macchine.

Principi di valutazione e riduzione dei rischi secondo UNI EN ISO 12100: 2010.

 

Lezione III - Lunedì 20 Maggio 2024 | h.09:00-13:00

Metodologie di valutazione dei rischi - Esempi applicativi.

Le norme tecniche sui ripari fisici e sull'utilizzo e posizionamento dei dispositivi di protezione immateriali.

 

Lezione IV - Lunedì 27 Maggio 2024 | h.09:00-13:00

L'analisi dei principali Requisiti Essenziali di Sicurezza della Direttiva Macchine 2006/42/CE. 

Le istruzioni per l'uso in accordo alla Direttiva Macchine 2006/42/CE.

 

Lezione V | Lunedì 3 Giugno 2024 | h.9:00-11:00

Il nuovo Regolamento Macchine 2023/1230: Novità, date e modifiche rispetto all'attuale Direttiva Macchine 2006/42/CE, per arrivare preparati alla data di completa entrata in vigore del 20 Gennaio 2027.  

>>> Lezione frequentabile singolarmente o in aggiunta al corso Direttiva Macchine.



Come funziona? Info e valori

 

Il valore del Corso Direttiva Macchine comprensivo del modulo sul Nuovo Regolamento 2023/1230 (lezioni 1-5) è di 990Euro+IVA.

Il costo della sola lezione relativa al Nuovo Regolamento 2023/1230 (lezione 5) è di 190Euro+IVA.

Il valore del solo Corso Direttiva Macchine (lezioni 1-4) è di 850,00 Euro +IVA.

 

Ciascun pacchetto comprende:

 

✓     Partecipazione agli incontri virtuali acquistati, della durata di 2h ciascuno: questa breve durata riduce al minimo sia l’impegno settimanale di chi lo frequenta, sia il rischio di perdita di concentrazione in aula, garantendo quindi un’ esperienza di apprendimento efficace e flessibile;

 

✓     Lezioni in diretta svolte dal docente all’interno di un’aula virtuale appositamente creata;

 

✓     Materiali didattici, schede operative e documenti di approfondimento relativi all'argomento trattato in formato digitale;

 

✓     La registrazione delle lezioni acquistate, per rivedere i concetti più difficili o recuperare in caso di assenza e con la massima flessibilità;

 

✓     Risposte personalizzate ad eventuali domande su aspetti specifici non approfonditi in aula, grazie ad un apposito indirizzo mail attivo per tutta la durata del corso;

 

✓     Attestato di partecipazione al termine del corso.

 

PORTA UN COLLEGA! Sono previsti sconti per le aziende che decidono di iscrivere più di un dipendente ad almeno 4 incontri della stessa edizione. Contattaci per saperne di più!



Come ci si iscrive? Modalità e contatti

 

 

Per iscriversi è sufficiente compilare e restituire il modulo di iscrizione a corsi@emtem.com, che potete scaricare cliccando >>>> QUI.

 

Per quanto riguarda il pagamento, chiediamo invece di attendere nostro sollecito al raggiungimento del numero minimo di partecipanti.

 

Per ricevere maggiori o in caso di difficoltà nel processo di iscrizione scrivere a corsi@emtem.com o telefonare al +39 039 28 48 437. 



Marcatura CE
FORMAZIONE


Direttiva Macchine e Marcatura CE | Corso in Azienda

Corso di formazione sulla Direttiva 2006/42/CE.
Dal 24/11/2021 ore 09:00 al 26/11/2021 ore 18:00
Copernico - via Copernico, 38 - 20125 Milano (MI)
+39 039 28 48 437


Introduzione
mtm consulting s.r.l. opera nell'ambito della marcatura CE di prodotto e della direttiva macchine e da oltre dieci anni sviluppa progetti rivolti a soddisfare le specifiche esigenze dei propri clienti: dalla redazione del Fascicolo Tecnico della Costruzione alla redazione del manuale di uso e manutenzione fino alla progettazione e realizzazione delle protezioni fisse e mobili interbloccate grazie anche a una approfondita conoscenza delle norme armonizzate.
 


Obiettivi
Il corso è completo e ha l'obiettivo di fornire gli strumenti, sia teorici che pratici, per affrontare le problematiche connesse alla marcatura CE dei prodotti e delle macchine affrontando tutti gli aspetti della Direttiva Macchine (Direttiva 2006/42/CE).
 
L'analisi dei rischi e il Fascicolo Tecnico della Costruzione non possono essere predisposti senza una approfondita conoscenza delle norme armonizzate alla trattazione delle quali viene dedicato ampio spazio.
Inoltre la realizzazione dell'analisi dei rischi e del Fascicolo Tecnico della Costruzione richiedono una buona conoscenza del concetto di rischio, delle metodologie disponibili e delle norme armonizzate.
Non possono mancare poi gli strumenti sia teorici che pratici per la redazione del manuale di uso e manutenzione e della documentazione tecnica in generale.
 
Al corso è stato dato un taglio molto operativo, rivolto al saper fare senza addentrarsi in tutti quegli aspetti, seppur importanti, ma che possono essere approfonditi autonomamente senza costi e perdite di tempo inutili dei quali saranno però forniti tutti i riferimenti e la documentazione necessari. Un corso rivolto cioè all'efficienza e all'efficacia contemporaneamente.
 
Particolare attenzione viene data durante tutto il corso a quelle che sono le responsabilità di tutti i soggetti coinvolti oltre a fornire tutte le indicazioni di come adempiere ad ogni obbligo di legge anche in riferimento al D.Lgs. 81/2008 sulla salute e sicurezza dei lavoratori sul luogo di lavoro.


A chi si rivolge
Il corso si rivolge alle seguenti figure professionali: titolari e manager d’azienda, responsabile produzione, responsabili e addetti al servizio di prevenzione e protezione, progettisti e industrializzatori, responsabili e addetti alla documentazione, responsabili e addetti alla manutenzione, professionisti e consulenti, neolaureati.

Organizzazione
È stata scelta la struttura modulare dando la possibilità a ciascuno di partecipare a tutti i moduli o solamente a quelli di proprio interesse. Ciò poiché il nostro obiettivo non è solo quello di erogare formazione di alto livello, ma anche quello di fornire la giusta formazione a ciascuno in funzione del proprio livello di conoscenze.
Il corso è costituito da 3 moduli della durata di 1 giorno ciascuno.
Ogni modulo è acquistabile separatamente.


Contenuti
MODULO 1
La Normativa
 

Parte I - Introduzione e concetti generali

            Il Nuovo Approccio e l'Approccio Globale

            Le Direttive Comunitarie del Nuovo Approccio e la loro struttura

            Le Norme Armonizzate

            La direttiva macchine (direttiva 2006/42/CE)

            A chi si rivolge la direttiva 2006/42/CE

            La responsabilità del fabbricante e la normativa nazionale

            A quali prodotti si applica la direttiva 2006/42/CE

            Il processo di certificazione

            Le altre direttive comunitarie di prodotto

 

Parte II - Fascicolo Tecnico della Costruzione

            Analisi dei rischi

            Il manuale di uso e manutenzione

 

Parte III - Le norme armonizzate di base

            UNI EN ISO 12100:2010 - Sicurezza del macchinario - Principi generali di progettazione - Valutazione del rischio e riduzione del rischio – Parte inerente alla riduzione del rischio

            CEI EN 60204-1: 2018 - Equipaggiamento elettrico delle macchine

 

Parte IV - Legislazione nazionale sulle macchine

       l D.Lgs. 81/2008 e le macchine usate in azienda

       Requisiti di sicurezza – Allegati V e VI del D.Lgs. n.81/2008.

       Obblighi delle figure interessate

       Adeguamento delle macchine

       Sanzioni previste

 

Parte V - Esercitazione in aula


______________________________
 
 
MODULO 2
La Valutazione dei Rischi e le norme armonizzate
 

Parte I - La Valutazione dei Rischi nella gestione delle macchine

            Principi di rischio e sicurezza

            Evoluzione storica del bisogno di sicurezza

            Il concetto di sicurezza (security & safety)

            Il concetto di rischio

            Fonti di rischio e tipi di rischio

            Frequenza e probabilità

            Rischio accettabile e razionalità nella sicurezza

            Percezione del rischio

            Accettazione del rischio

            Analisi del rischio

            Valutazione del rischio

            Rischio tecnologico

            Rischio naturale

            Gestione del rischio

 

Parte II - L’Analisi dei Rischi con le norme armonizzate

            UNI EN ISO 12100:2010 -Sicurezza del macchinario - Principi generali di progettazione - Valutazione del rischio e riduzione del rischio – Parte inerente alla valutazione  del rischio

            UNI ISO/TR 14121-2 - Valutazione del rischio - guida pratica ed esempi di metodologie

            UNI EN ISO 13849-1: 2016 - Parti dei sistemi di comando legate alla sicurezza - Parte 1: Principi generali per la progettazione

 

Parte III - Le principali norme armonizzate

          UNI EN 14119:2013 - Sicurezza del macchinario - Dispositivi di interblocco associati ai ripari - Principi di progettazione e di scelta

          UNI EN ISO 13855:2010 - Sicurezza del macchinario - Posizionamento dei mezzi di protezione in funzione delle velocità di avvicinamento di parti del corpo umano

          UNI EN ISO 14120: 2015 - Sicurezza del macchinario - Ripari - Requisiti generali per la progettazione e la costruzione di ripari fissi e mobili

          UNI EN ISO 13857:2020 - Sicurezza del macchinario - Distanze di sicurezza per impedire il raggiungimento di zone pericolose con gli arti superiori e inferiori

          UNI EN ISO 13732-1:2009 - Ergonomia degli ambienti termici - Metodi per la valutazione della risposta dell'uomo al contatto con le superfici - Parte 1: Superfici calde

          UNI EN ISO 14123-1:2015 - Sicurezza del macchinario - Riduzione dei rischi per la salute derivanti da sostanze pericolose emesse dalle macchine - Parte 1: Principi e specifiche per i fabbricanti di macchine

          UNI EN ISO 14123-2:2016 - Sicurezza del macchinario - Riduzione dei rischi per la salute derivanti da sostanze pericolose emesse dalle macchine - Parte 2: Metodologia per la definizione delle procedure di verifica

          UNI EN 614-1:2009 - Sicurezza del macchinario - Principi ergonomici di progettazione - Parte 1: Terminologia e principi generali

          UNI EN 614-2:2009 - Sicurezza del macchinario - Principi ergonomici di progettazione - Parte 2: Interazioni tra la progettazione del macchinario e i compiti lavorativi

          UNI EN 894-1:2009 - Sicurezza del macchinario - Requisiti ergonomici per la progettazione di dispositivi di informazione e di comando - Parte 1: Principi generali per interazioni dell'uomo con dispositivi di informazione e di comando

          UNI EN 894-2: 2009- Sicurezza del macchinario - Requisiti ergonomici per la progettazione di dispositivi di informazione e di comando - Parte 2: Dispositivi di informazione

          UNI EN 1005-4:2009 - Sicurezza del macchinario - Prestazione fisica umana - Parte 4: Valutazione delle posture e dei movimenti lavorativi in relazione al macchinario

 

 

Parte IV - Esercitazione in aula


______________________________


MODULO 3
Analisi dei principali requisiti essenziali di sicurezza della direttiva macchine 2006/42/CE e istruzioni per l'uso della macchina
 

Parte I – Requisiti essenziali di sicurezza della Direttiva Macchine 2006/42/CE

         Analisi e commenti dei principali RES della Direttiva Macchine 2006/42/CE.

         Evidenza dei rischi residui correlati da inserire all’interno delle istruzioni per l’uso della macchina.

 

Parte II - Le istruzioni per l’uso - Introduzione e concetti generali

         Introduzione iniziale in merito alle istruzioni per l’uso e informazioni al consumatore

         Direttiva 2006/42/CE

         D.Lgs. n. 81/2008

         D.Lgs. n. 206/2005

         Le direttive comunitarie, le normative nazionali e le norme tecniche da applicare per la redazione delle istruzioni per l’uso

 

Parte III - Le istruzioni per l’uso – Struttura, contenuti richiesti e redazione

         Direttiva 2006/42/CE

         UNI EN ISO 12100:2010- Sicurezza del macchinario - Principi generali di progettazione - Valutazione del rischio e riduzione del rischio – Parte inerente al manuale.

         CEI EN 60204-1: 2018- Equipaggiamento elettrico delle macchine - Parte inerente al manuale

         UNI EN 13460:2009 - Documentazione per la manutenzione

         UNI EN ISO 20607: 2019 - Sicurezza del macchinario - Manuale di istruzioni - Principi generali di redazione

         Struttura delle istruzioni per l’uso.

         UNI 10893:2000 - Documentazione tecnica di prodotto - Istruzioni per l'uso - Articolazione e ordine espositivo del contenuto

         Contenuto e layout delle istruzioni per l’uso.

         Criteri di qualità delle istruzioni per l’uso

 

Parte III - Esercitazione in aula



Materiale

Ad ogni partecipante sarà rilasciato l'attestato di partecipazione e copia del materiale didattico su supporto informatico.



Corso presso la sede della tua azienda
Questo corso è disponibile anche per le aziende che desiderano un intervento personalizzato presso la propria sede. In questo modo potranno essere presenti in aula, nell'arco dei tre giorni, tutte le figure aziendali interessate ai singoli argomenti: la direzione, l'ufficio tecnico, l'ufficio qualità, l'ufficio acquisti, la manutenzione ecc...
 
Per richiederci un'offerta inviaci una richiesta di contatto compilando i campi presenti sul nostro sito internet oppure telefona al numero +39 039 28 48 437 o invia una mail a corsi@emtem.com


Location e pernottamento

Il pernottamento, il coffee break e il pranzo non sono compresi nella quota di iscrizione al corso.



COSTI
1 persona 370.00€/giorno (iva esclusa)
2 persone 307.00€/giorno (iva esclusa)
3 o più persone 267.00€/giorno (iva esclusa)

Procedi all'iscrizione inviando il modulo tramite email all'indirizzo corsi@emtem.com.

Marcatura CE
FORMAZIONE


Direttiva Macchine e Marcatura CE | Corso in Azienda

Corso di formazione sulla Direttiva 2006/42/CE.


Introduzione
mtm consulting s.r.l. opera nell'ambito della marcatura CE di prodotto e della direttiva macchine e da oltre dieci anni sviluppa progetti rivolti a soddisfare le specifiche esigenze dei propri clienti: dalla redazione del Fascicolo Tecnico della Costruzione alla redazione del manuale di uso e manutenzione fino alla progettazione e realizzazione delle protezioni fisse e mobili interbloccate grazie anche a una approfondita conoscenza delle norme armonizzate.
 


Obiettivi
Il corso è completo e ha l'obiettivo di fornire gli strumenti, sia teorici che pratici, per affrontare le problematiche connesse alla marcatura CE dei prodotti e delle macchine affrontando tutti gli aspetti della Direttiva Macchine (Direttiva 2006/42/CE).
 
L'analisi dei rischi e il Fascicolo Tecnico della Costruzione non possono essere predisposti senza una approfondita conoscenza delle norme armonizzate alla trattazione delle quali viene dedicato ampio spazio.
Inoltre la realizzazione dell'analisi dei rischi e del Fascicolo Tecnico della Costruzione richiedono una buona conoscenza del concetto di rischio, delle metodologie disponibili e delle norme armonizzate.
Non possono mancare poi gli strumenti sia teorici che pratici per la redazione del manuale di uso e manutenzione e della documentazione tecnica in generale.
 
Al corso è stato dato un taglio molto operativo, rivolto al saper fare senza addentrarsi in tutti quegli aspetti, seppur importanti, ma che possono essere approfonditi autonomamente senza costi e perdite di tempo inutili dei quali saranno però forniti tutti i riferimenti e la documentazione necessari. Un corso rivolto cioè all'efficienza e all'efficacia contemporaneamente.
 
Particolare attenzione viene data durante tutto il corso a quelle che sono le responsabilità di tutti i soggetti coinvolti oltre a fornire tutte le indicazioni di come adempiere ad ogni obbligo di legge anche in riferimento al D.Lgs. 81/2008 sulla salute e sicurezza dei lavoratori sul luogo di lavoro.


A chi si rivolge

Il corso è rivolto alle aziende che desiderano un intervento personalizzato presso la propria sede. In questo modo potranno essere presenti in aula, tutte le figure aziendali interessate ai singoli argomenti: la direzione, l'ufficio tecnico, l'ufficio qualità, l'ufficio acquisti, la manutenzione, ecc...



Organizzazione

Il corso sarà organizzato sulla base delle esigenze organizzative del cliente in mezze giornate o in giornate intere, la durata di ogni modulo è di 8 ore ciascuno.



Contenuti
MODULO 1
La Normativa
 

Parte I - Introduzione e concetti generali

            Il Nuovo Approccio e l'Approccio Globale

            Le Direttive Comunitarie del Nuovo Approccio e la loro struttura

            Le Norme Armonizzate

            La direttiva macchine (direttiva 2006/42/CE)

            A chi si rivolge la direttiva 2006/42/CE

            La responsabilità del fabbricante e la normativa nazionale

            A quali prodotti si applica la direttiva 2006/42/CE

            Il processo di certificazione

            Le altre direttive comunitarie di prodotto

 

Parte II - Fascicolo Tecnico della Costruzione

            Analisi dei rischi

            Il manuale di uso e manutenzione

 

Parte III - Le norme armonizzate di base

            UNI EN ISO 12100:2010 - Sicurezza del macchinario - Principi generali di progettazione - Valutazione del rischio e riduzione del rischio – Parte inerente alla riduzione del rischio

            CEI EN 60204-1: 2018 - Equipaggiamento elettrico delle macchine

 

Parte IV - Legislazione nazionale sulle macchine

       l D.Lgs. 81/2008 e le macchine usate in azienda

       Requisiti di sicurezza – Allegati V e VI del D.Lgs. n.81/2008.

       Obblighi delle figure interessate

       Adeguamento delle macchine

       Sanzioni previste

 

Parte V - Esercitazione in aula


______________________________
 
 
MODULO 2
La Valutazione dei Rischi e le norme armonizzate
 

Parte I - La Valutazione dei Rischi nella gestione delle macchine

            Principi di rischio e sicurezza

            Evoluzione storica del bisogno di sicurezza

            Il concetto di sicurezza (security & safety)

            Il concetto di rischio

            Fonti di rischio e tipi di rischio

            Frequenza e probabilità

            Rischio accettabile e razionalità nella sicurezza

            Percezione del rischio

            Accettazione del rischio

            Analisi del rischio

            Valutazione del rischio

            Rischio tecnologico

            Rischio naturale

            Gestione del rischio

 

Parte II - L’Analisi dei Rischi con le norme armonizzate

            UNI EN ISO 12100:2010 -Sicurezza del macchinario - Principi generali di progettazione - Valutazione del rischio e riduzione del rischio – Parte inerente alla valutazione  del rischio

            UNI ISO/TR 14121-2 - Valutazione del rischio - guida pratica ed esempi di metodologie

            UNI EN ISO 13849-1: 2016 - Parti dei sistemi di comando legate alla sicurezza - Parte 1: Principi generali per la progettazione

 

Parte III - Le principali norme armonizzate

          UNI EN 14119:2013 - Sicurezza del macchinario - Dispositivi di interblocco associati ai ripari - Principi di progettazione e di scelta

          UNI EN ISO 13855:2010 - Sicurezza del macchinario - Posizionamento dei mezzi di protezione in funzione delle velocità di avvicinamento di parti del corpo umano

          UNI EN ISO 14120: 2015 - Sicurezza del macchinario - Ripari - Requisiti generali per la progettazione e la costruzione di ripari fissi e mobili

          UNI EN ISO 13857:2020 - Sicurezza del macchinario - Distanze di sicurezza per impedire il raggiungimento di zone pericolose con gli arti superiori e inferiori

          UNI EN ISO 13732-1:2009 - Ergonomia degli ambienti termici - Metodi per la valutazione della risposta dell'uomo al contatto con le superfici - Parte 1: Superfici calde

          UNI EN ISO 14123-1:2015 - Sicurezza del macchinario - Riduzione dei rischi per la salute derivanti da sostanze pericolose emesse dalle macchine - Parte 1: Principi e specifiche per i fabbricanti di macchine

          UNI EN ISO 14123-2:2016 - Sicurezza del macchinario - Riduzione dei rischi per la salute derivanti da sostanze pericolose emesse dalle macchine - Parte 2: Metodologia per la definizione delle procedure di verifica

          UNI EN 614-1:2009 - Sicurezza del macchinario - Principi ergonomici di progettazione - Parte 1: Terminologia e principi generali

          UNI EN 614-2:2009 - Sicurezza del macchinario - Principi ergonomici di progettazione - Parte 2: Interazioni tra la progettazione del macchinario e i compiti lavorativi

          UNI EN 894-1:2009 - Sicurezza del macchinario - Requisiti ergonomici per la progettazione di dispositivi di informazione e di comando - Parte 1: Principi generali per interazioni dell'uomo con dispositivi di informazione e di comando

          UNI EN 894-2: 2009- Sicurezza del macchinario - Requisiti ergonomici per la progettazione di dispositivi di informazione e di comando - Parte 2: Dispositivi di informazione

          UNI EN 1005-4:2009 - Sicurezza del macchinario - Prestazione fisica umana - Parte 4: Valutazione delle posture e dei movimenti lavorativi in relazione al macchinario

 

 

Parte IV - Esercitazione in aula


______________________________


MODULO 3
Analisi dei principali requisiti essenziali di sicurezza della direttiva macchine 2006/42/CE e istruzioni per l'uso della macchina
 

Parte I – Requisiti essenziali di sicurezza della Direttiva Macchine 2006/42/CE

         Analisi e commenti dei principali RES della Direttiva Macchine 2006/42/CE.

         Evidenza dei rischi residui correlati da inserire all’interno delle istruzioni per l’uso della macchina.

 

Parte II - Le istruzioni per l’uso - Introduzione e concetti generali

         Introduzione iniziale in merito alle istruzioni per l’uso e informazioni al consumatore

         Direttiva 2006/42/CE

         D.Lgs. n. 81/2008

         D.Lgs. n. 206/2005

         Le direttive comunitarie, le normative nazionali e le norme tecniche da applicare per la redazione delle istruzioni per l’uso

 

Parte III - Le istruzioni per l’uso – Struttura, contenuti richiesti e redazione

         Direttiva 2006/42/CE

         UNI EN ISO 12100:2010- Sicurezza del macchinario - Principi generali di progettazione - Valutazione del rischio e riduzione del rischio – Parte inerente al manuale.

         CEI EN 60204-1: 2018- Equipaggiamento elettrico delle macchine - Parte inerente al manuale

         UNI EN 13460:2009 - Documentazione per la manutenzione

         UNI EN ISO 20607: 2019 - Sicurezza del macchinario - Manuale di istruzioni - Principi generali di redazione

         Struttura delle istruzioni per l’uso.

         UNI 10893:2000 - Documentazione tecnica di prodotto - Istruzioni per l'uso - Articolazione e ordine espositivo del contenuto

         Contenuto e layout delle istruzioni per l’uso.

         Criteri di qualità delle istruzioni per l’uso

 

Parte III - Esercitazione in aula



Materiale

Ad ogni partecipante sarà rilasciato l'attestato di partecipazione e copia del materiale didattico su supporto informatico.



Costi

Per richiederci un'offerta inviaci una richiesta di contatto compilando i campi presenti sul nostro sito internet oppure telefona al numero +39 039 28 48 437 o invia una mail a corsi@emtem.com



Marcatura CE
FORMAZIONE


La Direttiva ATEX | Corso in Azienda

Corso di formazione sulla Direttiva 2014/34/UE
Dal 21/10/2021 ore 09:00 al 21/10/2021 ore 18:00
Copernico - via Copernico, 38 - 20125 Milano (MI)
+39 039 28 48 437


Introduzione

mtm consulting s.r.l. opera nell'ambito della marcatura CE di prodotto e della direttiva ATEX e da oltre dieci anni sviluppa progetti rivolti a soddisfare le specifiche esigenze dei propri clienti: dalla redazione del Fascicolo Tecnico della Costruzione alla redazione del manuale di uso e manutenzione fino alla progettazione e realizzazione delle protezioni fisse e mobili interbloccate grazie anche a una approfondita conoscenza delle norme armonizzate.

 


Obiettivi

Il corso è completo e ha l'obiettivo di fornire gli strumenti, sia teorici che pratici, per affrontare le problematiche connesse alla marcatura di macchine e attrezzature secondo la Direttiva ATEX affrontando tutti gli aspetti della direttiva e dei decreti collegati.

L'analisi dei rischi e la documentazione da predisporre non possono essere predisposti senza una approfondita lettura delle norme armonizzate alla trattazione delle quali viene dedicato ampio spazio.
Inoltre la realizzazione dell'analisi dei rischi richiede una buona conoscenza del concetto di rischio, delle metodologie disponibili e delle norme armonizzate.
Non possono mancare poi gli strumenti sia teorici che pratici per la redazione delle specifiche per i fornitori e della documentazione tecnica in generale.

Al corso è stato dato un taglio molto operativo, rivolto al saper fare senza addentrarsi in tutti quegli aspetti, seppur importanti, ma che possono essere approfonditi a casa propria senza costi e perdite di tempo inutili dei quali saranno però forniti tutti i riferimenti e la documentazione necessari. Un corso rivolto cioè all'efficienza e all'efficacia contemporaneamente.

Particolare attenzione viene data durante tutto il corso a quelle che sono le responsabilità di tutti i soggetti coinvolti oltre a fornire tutte le indicazioni di come adempiere ad ogni obbligo di legge anche in riferimento al D.Lgs. 81/2008 sulla salute e sicurezza dei lavoratori sul luogo di lavoro.



A chi si rivolge
Il corso si rivolge alle seguenti figure professionali: titolari e manager d’azienda, responsabile produzione, responsabili e addetti al servizio di prevenzione e protezione, progettisti e industrializzatori, responsabili e addetti alla documentazione, responsabili e addetti alla manutenzione, professionisti e consulenti, neolaureati.

Organizzazione
Il corso è costituito da 1 modulo della durata di 1 giorno.


Contenuti
Introduzione e concetti generali - Apparecchi non elettrici destinati alle atmosfere esplosive


09:00 - Registrazione dei partecipanti

09:30 - Inizio lavori

  • Scopo delle Direttive Nuovo Approccio
  • Campo di applicazione della Direttiva 2014/34/UE (Direttiva ATEX)
  • Il Decreto di attuazione D.Lgs. 19 Maggio 2016, n. 85: presentazione dei contenuti ed approfondimenti


11:30 - Coffee-break

  • Ruoli e responsabilità (Fabbricante, Organismo Notificato, ...)
  • Introduzione: la filosofia ATEX, i soggetti coinvolti, le novità introdotte
  • Gruppi e categorie
  • Attrezzature, Componenti, Sistemi di Protezione ed Apparecchiature associate, Assiemi


13:00 - Colazione di lavoro

  • Procedure di Valutazione della Conformità per apparecchiature, per assiemi e per i componenti
  • Certificati di Tipo e di Unico Prodotto
  • Marcatura CE e Dichiarazione di Conformità


16:00 - Coffee-break

  • UNI EN 15198:2008 - Metodologia per la valutazione del rischio di apparecchi e componenti non elettrici destinati a essere utilizzati in atmosfere potenzialmente esplosive
  • UNI EN 1127-1:2008 - Atmosfere esplosive - Prevenzione dell'esplosione e protezione contro l'esposizione - Parte 1: Concetti fondamentali e metodologia
  • UNI CEI EN ISO 80079-36: 2016 - Apparecchi non elettrici destinati alle atmosfere esplosive - Metodi e requisiti di base
  • UNI CEI EN ISO 80079-37: 2016 - Atmosfere esplosive - Parte 37: Apparecchi non elettrici destinati alle atmosfere esplosive - Tipo di protezione non elettrica per sicurezza costruttiva "c", per controllo della sorgente di accensione "b", per immersione in liquido "k".


18:00 - Chiusura

 
 


Materiale

Ad ogni partecipante sarà rilasciato l'attestato di partecipazione - copia del materiale didattico su supporto informatico.



Corso presso la sede della tua azienda
Questo corso è disponibile anche per le aziende che desiderano un intervento personalizzato presso la propria sede.
 
Per richiederci un'offerta inviaci una richiesta di contatto compilando i campi presenti sul nostro sito internet oppure telefona al numero +39 039 28 48 437 o invia una mail a corsi@emtem.com.


Location

Il coffee break e il pranzo non sono compresi nella quota di iscrizione al corso.



COSTI
1 persona 370.00€/giorno (iva esclusa)
2 persone 307.00€/giorno (iva esclusa)
3 o più persone 267.00€/giorno (iva esclusa)

Procedi all'iscrizione inviando il modulo tramite email all'indirizzo corsi@emtem.com.

Marcatura CE
FORMAZIONE


La Direttiva ATEX | Corso in Azienda

Corso di formazione sulla Direttiva 2014/34/UE


Introduzione

mtm consulting s.r.l. opera nell'ambito della marcatura CE di prodotto e della direttiva ATEX e da oltre dieci anni sviluppa progetti rivolti a soddisfare le specifiche esigenze dei propri clienti: dalla redazione del Fascicolo Tecnico della Costruzione alla redazione del manuale di uso e manutenzione fino alla progettazione e realizzazione delle protezioni fisse e mobili interbloccate grazie anche a una approfondita conoscenza delle norme armonizzate.

 


Obiettivi

Il corso è completo e ha l'obiettivo di fornire gli strumenti, sia teorici che pratici, per affrontare le problematiche connesse alla marcatura di macchine e attrezzature secondo la Direttiva ATEX affrontando tutti gli aspetti della direttiva e dei decreti collegati.

L'analisi dei rischi e la documentazione da predisporre non possono essere predisposti senza una approfondita lettura delle norme armonizzate alla trattazione delle quali viene dedicato ampio spazio.
Inoltre la realizzazione dell'analisi dei rischi richiede una buona conoscenza del concetto di rischio, delle metodologie disponibili e delle norme armonizzate.
Non possono mancare poi gli strumenti sia teorici che pratici per la redazione delle specifiche per i fornitori e della documentazione tecnica in generale.

Al corso è stato dato un taglio molto operativo, rivolto al saper fare senza addentrarsi in tutti quegli aspetti, seppur importanti, ma che possono essere approfonditi a casa propria senza costi e perdite di tempo inutili dei quali saranno però forniti tutti i riferimenti e la documentazione necessari. Un corso rivolto cioè all'efficienza e all'efficacia contemporaneamente.

Particolare attenzione viene data durante tutto il corso a quelle che sono le responsabilità di tutti i soggetti coinvolti oltre a fornire tutte le indicazioni di come adempiere ad ogni obbligo di legge anche in riferimento al D.Lgs. 81/2008 sulla salute e sicurezza dei lavoratori sul luogo di lavoro.



A chi si rivolge

Il corso è rivolto alle aziende che desiderano un intervento personalizzato presso la propria sede. In questo modo potranno essere presenti in aula, tutte le figure aziendali interessate ai singoli argomenti: la direzione, l'ufficio tecnico, l'ufficio qualità, l'ufficio acquisti, la manutenzione, ecc...



Organizzazione

Il corso sarà organizzato sulla base delle esigenze organizzative del cliente in due mezze giornate o in una giornata intera, la durata del modulo è di 8 ore.



Contenuti
Introduzione e concetti generali - Apparecchi non elettrici destinati alle atmosfere esplosive


09:00 - Registrazione dei partecipanti

09:30 - Inizio lavori

  • Scopo delle Direttive Nuovo Approccio
  • Campo di applicazione della Direttiva 2014/34/UE (Direttiva ATEX)
  • Il Decreto di attuazione D.Lgs. 19 Maggio 2016, n. 85: presentazione dei contenuti ed approfondimenti


11:30 - Coffee-break

  • Ruoli e responsabilità (Fabbricante, Organismo Notificato, ...)
  • Introduzione: la filosofia ATEX, i soggetti coinvolti, le novità introdotte
  • Gruppi e categorie
  • Attrezzature, Componenti, Sistemi di Protezione ed Apparecchiature associate, Assiemi


13:00 - Colazione di lavoro

  • Procedure di Valutazione della Conformità per apparecchiature, per assiemi e per i componenti
  • Certificati di Tipo e di Unico Prodotto
  • Marcatura CE e Dichiarazione di Conformità


16:00 - Coffee-break

  • UNI EN 15198:2008 - Metodologia per la valutazione del rischio di apparecchi e componenti non elettrici destinati a essere utilizzati in atmosfere potenzialmente esplosive
  • UNI EN 1127-1:2008 - Atmosfere esplosive - Prevenzione dell'esplosione e protezione contro l'esposizione - Parte 1: Concetti fondamentali e metodologia
  • UNI CEI EN ISO 80079-36: 2016 - Apparecchi non elettrici destinati alle atmosfere esplosive - Metodi e requisiti di base
  • UNI CEI EN ISO 80079-37: 2016 - Atmosfere esplosive - Parte 37: Apparecchi non elettrici destinati alle atmosfere esplosive - Tipo di protezione non elettrica per sicurezza costruttiva "c", per controllo della sorgente di accensione "b", per immersione in liquido "k".


18:00 - Chiusura

 
 


Materiale

Ad ogni partecipante sarà rilasciato l'attestato di partecipazione - copia del materiale didattico su supporto informatico.



Costi

Per richiederci un'offerta inviaci una richiesta di contatto compilando i campi presenti sul nostro sito internet oppure telefona al numero +39 039 28 48 437 o invia una mail a corsi@emtem.com



Marcatura CE
CONSULENZA

Come essere conformi alla Direttiva Macchine



mtm consulting s.r.l. è un'azienda leader nella fornitura di servizi per la Marcatura CE di attrezzature, macchine e impianti che opera sia in Italia che all'Estero.

 

Compliance garantita al 100%! I nostri servizi di consulenza e redazione documentale offrono la garanzia a fabbricanti e utilizzatori di essere conformi a tutti i requisiti legislativi applicabili.

Scorri il menù qui accanto e scopri tutti i servizi nel dettaglio oppure clicca il pulsante qui sotto e contattaci senza impegno per una consulenza dedicata! 

 




Marcatura CE
CONSULENZA

DIRETTIVA MACCHINE (2006/42/CE)

 

 

AGGIORNAMENTO!

 

Il 29 giugno 2023 è stato pubblicato il nuovo Regolamento Macchine 2023/1230, di cui da anni circola una bozza provvisoria.

Tuttavia sarà completamente applicabile solo 42 mesi da quest'ultima data, ovvero dal 20 gennaio 2027

Fino ad allora resta in vigore la Direttiva 2006/42/CE.

 

Vuoi restare aggiornato e toglierti ogni dubbio in questa delicata fase di transizione?

Leggi in nostro ultimo articolo sull'argomento oppure clicca QUI e scopri il nostro servizio Helpdesk!

 

 

 

La Direttiva 2006/42/CE è una Direttiva di prodotto applicabile a tutto ciò che rientra nella definizione più ampia di “macchina” (che include attrezzature intercambiabili, componenti di sicurezza, accessori di sollevamento, ecc.) o di “quasi macchina”.

 

Nasce con lo scopo di garantire la sicurezza delle persone durante tutte le fasi di vita di una macchina – trasporto, movimentazione, installazione, uso, manutenzione, disinstallazione e smaltimento. La Direttiva Macchine elenca infatti i requisiti essenziali di sicurezza e di tutela della salute che ogni fabbricante deve necessariamente rispettare prima di mettere in servizio o immettere sul mercato le proprie macchine nel mercato UE.

 

Il rispetto di tali requisiti necessita l’applicazione della marcatura CE, senza la quale una macchina non può essere messa in servizio né immessa sul mercato.

 

La consulenza mtm: per un supporto a 360 gradi

 

Che tu sia un fabbricante, rivenditore, rappresentante autorizzato, importatore o distributore, da oltre 20 anni mtm ti affianca in tutte le fasi dell’iter di marcatura CE delle tue macchine e impianti industriali: non solo forniamo supporto strategico nel rispetto della Direttiva macchine 2006/42/CE, ma collaboriamo attivamente con il cliente per la costituzione della documentazione necessaria per la Marcatura CE e la Dichiarazione CE di Conformità.

 

Nello specifico, oltre alla nostra consulenza esperta ci occupiamo di:

 

      redigere il documento di valutazione dei rischi;

      stima del PLr e calcolo del PL ottenuto ai sensi della norma UNI EN ISO 13849-1: 2016;;

      redigere il Fascicolo Tecnico;;

      redigere e tradurre il Manuale Istruzioni

      fornire il facsimile della Dichiarazione CE di Conformità

      fornire facsimile della targa con la marcatura CE;

      misurazioni del rumore aereo emesso e relativo report;

      progettazione e implementazione delle procedure dei sistemi di controllo della produzione;

      assistenza nei rapporti con organismi notificati (in caso di macchine in Allegato IV).

 

Non solo consulenza CE!

 

     Possiedi macchine costruite prima del 1996? Anche se sono troppo vecchie per essere marcate CE vanno comunque messe in sicurezza secondo quanto previsto dall’ allegato V del D.Lgs. n.81/2008. Clicca QUI e scopri cosa possiamo far per te!

 

     Importi macchine, attrezzature o impianti nel Regno Unito? mtm consulting srl è in grado di affiancarti anche nell’adeguamento alla marcatura UKCA. Clicca QUI e scopri cosa possiamo far per te!

 

     Tu e/o i tuoi collaboratori volete imparare tutto ciò che serve sulla Direttiva Macchine? Clicca QUI e scopri i nostri Corsi di Formazione dedicati e disponibili sia online che presso la vostra azienda.

 

Vuoi saperne di più? Clicca il pulsante qui sotto e contattaci per una consulenza dedicata! 

  

Marcatura CE
CONSULENZA

DIRETTIVA ATEX (2014/34/UE)

 

Il termine ATEX (dal francese Atmosphères et Explosives) è il nome convenzionale che raggruppa due direttive dell’Unione Europea relative all’inserimento e utilizzo di macchine in ambienti a rischio esplosione:

 

1)   La 2014/34/UE riguardo la regolamentazione di apparecchiature impiegate in zone a rischio esplosione. Definisce le caratteristiche minime delle atmosfere esplosive e i requisiti essenziali di sicurezza che ogni fabbricante deve rispettare prima di vendere sul mercato o mettere in funzione un macchinario destinato a lavorare in tali ambienti.

 

2)  La 99/92/CE che invece si occupa della sicurezza e salute dei lavoratori in atmosfere esplosive, con lo scopo di ridurre al minimo il rischio di chi lavora in questo tipo di ambienti.

 

A seconda del grado di pericolosità dell’ambiente (Zone) in cui vengono utilizzate, le macchine sono organizzate in categorie di protezione, in base al quale si determina il livello di protezione di cui necessita la macchina e le relative procedure di sicurezza da osservare.

 

Ogni macchina viene poi marcata CE in osservanza della Direttiva 2014/34/UE per la specifica Zona nella quale andrà ad operare: qualora la macchina venisse spostata in un ambiente classificato diversamente sarà necessario verificare l’adeguatezza della categoria di protezione per la quale è marcata CE e, se necessario, rimarcarla di conseguenza.

 

In che zona è inserita la mia macchina?

 

Se non conosci la classificazione della Zona in cui inserirai la tua macchina, ricorda che mtm consulting srl è in grado di effettuare la valutazione e fornire il Documento di Zonizzazione delle Aree ai sensi del D.Lgs. 81/2008. Clicca QUI per saperne di più!

 

La consulenza mtm: per un supporto a 360 gradi

 

Che tu sia un fabbricante, rivenditore, rappresentante autorizzato, importatore o distributore, da oltre 20 anni mtm ti accompagna in tutte le fasi della marcatura CE delle tue macchine, attrezzature e impianti industriali da installare in zone classificate a rischio esplosione, in modo che possano essere adoperate in sicurezza e tranquillità. 

 

In particolare, non solo forniamo supporto strategico nel rispetto della Direttiva ATEX 2014/34/UE, ma collaboriamo attivamente con il cliente per la costituzione della documentazione necessaria per la Marcatura CE e la Dichiarazione CE di Conformità.

 

Nello specifico, oltre alla nostra consulenza esperta ci occupiamo di:

 

     redigere il documento di Valutazione dei Rischi;

     redigere il fascicolo Tecnico;

     redigere il manuale Istruzioni;

     fornire il facsimile della Dichiarazione di Conformità;

     fornire il facsimile della Targa CE;

     progettazione e implementazione dei sistemi di controllo della produzione;

     fornire assistenza nei rapporti con Organismi Notificati.

 

Non solo CE! 

 

     Importi macchine, attrezzature o impianti nel Regno Unito? mtm consulting srl è in grado di affiancarti anche nell’adeguamento alla marcatura UKCA di macchine e attrezzature, anche in ambienti a rischio esplosione. Clicca QUI e scopri cosa possiamo far per te!

 

     Vuoi formare i tuoi collaboratori in ambito ATEX? Clicca QUI e scopri il nostro corso di formazione modulare ed erogabile sia presso la vostra azienda che in modalità online.

 

Vuoi saperne di più? Clicca il pulsante qui sotto e contattaci per una consulenza dedicata!


Marcatura CE
CONSULENZA

Direttiva PED (2014/68/UE)

 

La Direttiva Attrezzature a Pressione 2014/68/UE, più nota con l’acronimo PED dall’inglese Pressure Equipment Directive, è una direttiva di prodotto dell’UE che disciplina la progettazione, fabbricazione e valutazione di conformità di attrezzature a pressione e insiemi sottoposti ad una pressione massima ammissibile PS superiore a 0,5 bar.

 

La Direttiva PED richiede ai fabbricanti di identificare il livello di pericolosità dell’apparecchiatura costruita a partire dal concetto di energia immagazzinata nell’apparecchiatura.

 

La consulenza mtm: per un supporto a 360 gradi

 

Che tu sia un fabbricante, rivenditore, rappresentante autorizzato, importatore o distributore, da oltre 20 anni mtm ti accompagna in tutte le fasi della marcatura CE tue macchine e impianti industriali: non solo forniamo supporto strategico nel rispetto della Direttiva 2014/68/UE,  ma collaboriamo attivamente con il cliente per la costituzione della documentazione necessaria per la Marcatura CE e la Dichiarazione CE di Conformità.

 

Nello specifico, oltre alla nostra consulenza esperta ci occupiamo di:

 

    redigere il documento di Valutazione dei Rischi;

    redigere il fascicolo Tecnico;

     redigere il manuale Istruzioni;

     fornire il facsimile della Dichiarazione di Conformità;

     fornire il facsimile della Targa CE;

     progettazione e implementazione dei sistemi di controllo della produzione;

     fornire assistenza nei rapporti con Organismi Notificati.

 

Vuoi saperne di più? Clicca il pulsante qui sotto e contattaci per una consulenza dedicata!

 

 

Marcatura CE
CONSULENZA

MARCATURA CE DI DISPOSITIVI MEDICI (Reg.2017/735)

 

Nell'Unione Europea, i dispositivi medici sono soggetti ad una valutazione di conformità per garantire che soddisfino i requisiti essenziali di sicurezza e prestazione.

 

Tale valutazione comporta:

 

    la conformità del sistema di gestione della qualità (ISO 13485);

    l’ emissione della documentazione tecnica, con conseguente marcatura CE dei dispositivi medici. Questa documentazione (o fascicolo tecnico) comprende tutti quei documenti che un fabbricante di dispositivi medici deve obbligatoriamente mantenere per dimostrare che il suo prodotto è conforme al Regolamento ed evitare sanzioni.

 

In base alla classificazione del dispositivo medico si procede poi o alla certificazione da parte di un Organismo Notificato o alla redazione di un’autocertificazione nel rispetto delle norme tecniche di prodotto, come nel caso dei dispositivi di classe I.

 

Per essere conforme al regolamento è inoltre necessario che la documentazione del dispositivo contenga tutte le informazioni richieste stabiliti dal Regolamento Reg. 2017/745, come:

 

    identificazione del dispositivo (ad es. Con il codice UDI);

    descrizione del dispositivo, comprese varianti, configurazione e accessori;

    destinazione d'uso;

    etichettatura (confezione, istruzioni per l'uso, ecc.);

    informazioni sulla progettazione e la fabbricazione del dispositivo;

    gestione del rischio;

    verifica e convalida del dispositivo e, quindi, prova che il dispositivo soddisfi i requisiti generali di sicurezza e prestazione;

    pianificazione e attuazione della sorveglianza post-commercializzazione.

 

Maggiori informazioni sono disponibili nella sezione notizie del sito. Per ricevere una consulenza dedicata in materia non esitate a contattarci cliccando il pulsante qui sotto.

 

 

 

Marcatura CE
CONSULENZA

 SERVIZIO HELPDESK E AGGIORNAMENTO NORMATIVO

 

A chi necessita non solo di consulenze mirate ma di un supporto efficiente, rapido e soprattutto continuo nel tempo, mtm consulting srl dedica il servizio Helpdesk e Aggiornamento Normativo: un nostro tecnico senior sarà sempre a tua disposizione per rispondere a tutte le tue domande in merito alla marcatura CE delle tue macchine e impianti industriali e ti fornirà aggiornamenti ogni qualvolta vengano apportate delle modifiche alla Direttiva Macchine.

 

Nello specifico, il servizio Helpdesk e Aggiornamento Normativo per la Direttiva macchine comprende: 

 

     quesiti illimitati relativi alla Direttiva 2006/42/CE da sottoporre via mail ad un indirizzo dedicato;

 

     garanzia di risposta completa e professionale entro 48h da parte di un nostro tecnico esperto;

 

     informazioni scritte relative alle modifiche alla Direttiva 2006/42/CE e la sua applicazione, comprensive di data di entrata in vigore, commento e impatto sulla tua situazione;

 

     elenco aggiornato delle nuove Norme Armonizzate alla Direttiva 2006/42/CE in sostituzione di quelle vecchie.

 

Per maggiori informazioni relative al servizio e al suo valore contattaci cliccando il pulsante qui sotto. 

 

 

 

Marcatura CE
CONSULENZA

DIRETTIVA ERP (2009/125/CE)

 

La sigla ERP (ovvero Energy Related Products) si riferisce a tutti quei prodotti che consumano energia in senso lato: apparecchiature (o parti di esse) che funzionano grazie ad energia, dispositivi per generare, trasferire o misurare l’energia e altre apparecchiature che hanno un impatto diretto sul consumo di energia.

 

Riconoscendo a questi prodotti una grossa fetta di consumi di risorse naturali e di energia, dal 2015 è in vigore la Direttiva 2009/125/CE con lo scopo di definire standard minimi per la loro progettazione ecocompatibile, migliorandone l’efficienza dei consumi.

 

Essendo la 2009/125/CE una direttiva di prodotto, come per le direttive MacchineATEX e PED, il fabbricante di prodotti che ricadono nel suo campo di applicazione ha l’obbligo di garantire la loro conformità apponendo la marcatura CE sul prodotto, aggiungendo alla Dichiarazione di Conformità del prodotto anche la conformità a tale Direttiva e dimostrando con la realizzazione di un fascicolo tecnico documentale tale conformità.

 

Per ogni categoria di prodotto identificato tramite i criteri della Direttiva è quindi emanata una Misura di Esecuzione (tramite Regolamento Europeo) che dettaglia i requisiti minimi energetici che il prodotto deve rispettare, in termini di prestazioni, efficienza, impiego di materiali, istruzioni da fornire all’utilizzatore.

 

La consulenza di mtm consulting srl

 

Che tu sia un fabbricante, rivenditore, rappresentante autorizzato, importatore o distributore, da oltre 20 anni mtm ti accompagna in tutte le fasi della marcatura CE dei tuoi prodotti ERP, fornendo sia supporto strategico nel rispetto della Direttiva 2009/125/CE, sia una collaborazione attiva per la costituzione della documentazione necessaria per la Marcatura CE e la Dichiarazione CE di Conformità.

 

Nello specifico, in relazione ai prodotti ERP mtm fornisce i seguenti servizi:

 

     valutazione del ciclo di vita

     elaborazione del profilo ecologico quantificato

     valutazione di di eventuali scenari progettuali alternativi, indicando quelli migliorativi per quanto riguarda gli aspetti energetici e ambientali.

     predisposizione della documentazione tecnica necessaria per valutare la conformità alle prescrizioni della misura di esecuzione applicabile;

     attuazione del sistema di gestione interno;

     stesura della dichiarazione di conformità;

     supporto nell’eventuale traduzione della documentazione nella lingua del paese di destinazione.

 

Vuoi saperne di più? Clicca il pulsante qui sotto e contattaci per una consulenza dedicata

 

  

Marcatura CE
CONSULENZA

REGOLAMENTO PRODOTTI DA COSTRUZIONE (Reg. UE n. 305/2011)

 

Il Regolamento Europeo si occupa dell'immissione e libera circolazione sul mercato UE di tutti quei prodotti realizzati per diventare parte permanente in un'opera di costruzione, siano essi edifici o opere di ingegneria civile.

 

Tale regolamento fissa infatti gli standard minimi di tali prodotti in termini di resistenza meccanica, stabilità, sicurezza antincendio, igiene, sicurezza in uso, protezione contro il rumore, risparmio energetico e uso sostenibile delle risorse naturali, in modo da assicurare prodotti sicuri e informazioni uniformi e affidabili ad acquirenti ed utilizzatori.

 

A tal fine il Regolamento stabilisce che, per immettere un prodotto da costruzione sul mercato il suo fabbricante deve necessariamente:

 

    aver redatto la Dichiarazione di Prestazione (comunemente abbreviata in DoP), assumendosi la responsabilità delle prestazioni dichiarate;

    aver effettuato con successo l'iter di marcatura CE del prodotto;

    aver verificato ed attestato la costanza di prestazione;

    essere in grado di fornire garanzia di tracciabilità dei prodotti in caso di eventuale richiesta di ritiro dal mercato per mancato adempimento delle specifiche CE.

 

La consulenza di mtm consulting srl

 

Che tu sia un fabbricante, rivenditore, rappresentante autorizzato, importatore o distributore, da oltre 20 anni mtm ti accompagna in tutte le fasi della marcatura CE dei tuoi prodotti da costruzione, in conformità al Regolamento Europeo 305/2011/UE.

 

In particolare, oltre al supporto strategico in materia di prodotti da costruzione, mtm consulting offre i seguenti servizi:

 

    progettazione e implementazione dei sistemi di controllo della produzione;

    assistenza nei rapporti con Laboratori di prova e Organismi Notificati;

    realizzazione del Manuale d'uso e manutenzione;

    traduzione dei testi in lingua.

 

Per saperne di più o ricevere una consulenza dedicata in materia non esitate a contattarci cliccando il pulsante qui sotto!

 

 

Marcatura CE
CONSULENZA

LA MARCATURA UKCA DI MACCHINE E QUASI MACCHINE

 

 

AGGIORNAMENTO!

 

A Novembre 2022, il governo britannico ha annunciato di aver posticipato di due anni l'obbligo di utilizzo della marcatura UKCA per la maggior parte dei prodotti immessi sul mercato in Inghilterra, Scozia e Galles.

 

Fino al 31 Dicembre 2024 resta quindi in vigore l'affiancamento temporaneo tra marcature CE e UKCA, che rimangono entrambe valide per l'importazione nel Regno Unito.

 

 

Non essendo più parte dell'Unione Europea, dal 1° gennaio 2023 il Regno Unito sostituisce la marcatura CE con il suo corrispettivo inglese, la marcatura UKCA o UK Conformity Assessed. Ne consegue quindi che:

 

✓  Per immettere una macchina nel mercato britannico è obbligatorio che sia marcata UKCA;

 

✓  Se si importa in UE una macchina prodotta in Gran Bretagna è necessario marcarla CE, dato che la marcatura UKCA non è riconosciuta dall'Unione Europea.

 

Anche se di poco, gli standard di prodotto e l'iter da seguire per rendere una macchina o quasi macchina marcata CE conforme all'UKCA presentano alcune differenze sostanziali, che richiedono un adeguamento a chiunque decida di esportare i propri prodotti nel Regno Unito.

 

Nota Bene! Fa eccezione l'Irlanda del Nord (Ulster), che manterrà in vigore la marcatura CE e il riferimento agli standard dell'Unione.

 

mtm consulting srl ci stiamo da tempo preparando per accompagnarvi in questo delicato passaggio in sicurezza e tranquillità. Per saperne di più o ricevere una consulenza dedicata in materia non esitate a contattarci!

 

Contact us

Marcatura CE
CONSULENZA

IMPORTAZIONE EXTRA-UE DI MACCHINE E QUASI MACCHINE

 

 

L'importazione di macchine da mercati esterni all'Unione Europea, come ad esempio dalla Cina, è una pratica sempre più diffusa, sia per motivi di costo che per l'acquisizione di macchinari non disponibili sul mercato comunitario. 

 

Per svolgere in modo sicuro l’importazione dai paesi Extra UE è essenziale conoscere le normative comunitarie e applicarle in modo corretto, per non incorrere in spiacevoli contrattempi in Dogana. 

 

WNel caso specifico delle macchine, affinché possano essere immesse sul mercato comunitario o messe in servizio in territorio UE – e quindi anche in Italia –  devono essere dotate di marcatura CE e devono essere accompagnate dalla documentazione obbligatoria richiesta, in conformità con la Direttiva Macchine 2006/42/CE e con altre eventuali direttive comunitarie applicabili a prescindere che siano state fabbricate all'interno o all'esterno dell'UE.

 

È inoltre importante sottolineare che, quando il fabbricante delle macchine non è residente nella Comunità Europea, l'importatore ha specifiche responsabilità correlate all'immissione sul mercato della macchina. Pertanto, risulta evidente l'importanza di valutare attentamente le macchine e la relativa documentazione prima di procedere all'importazione.

 

La nostra consulenza: mtm consulting srl

 

Per garantire una corretta valutazione delle macchine e della loro conformità alle direttive e ai regolamenti applicabili, mettiamo a disposizione la nostra esperienza ventennale nel settore della sicurezza e conformità di macchine e quasi-macchine in UE, offrendo un servizio di consulenza specifico che fornisca all’importatore un quadro chiaro dello stato di conformità documentale prima di procedere con l’importazione.   

 

Nello specifico, il servizio comprende: 

 

✓     La valutazione documentale completa delle macchine;

✓     La stesura di un report tecnico che attesta lo stato di conformità alle direttive e regolamenti applicabili.

✓     La validazione documentale digitale;

 

Vuoi saperne di più? Contattaci cliccando il pulsante qui sotto! 

 

 

Marcatura CE
CONSULENZA

VALIDAZIONE DOCUMENTALE DIGITALE: 1CEIN.com

 

Oltre ai servizi di consulenza e redazione documentale, mtm consulting srl ti offre anche la possibilità di ricevere l’attestato di validazione del contenuto dei documenti prodotti, poiché siamo sicuri dell’elevata qualità dei nostri servizi, che garantiscono la compliance dei tuoi prodotti ai requisiti normativi applicabili.

 

Allo stesso modo, offriamo anche la possibilità di validare il contenuto di documenti già esistenti redatti da te o da terzi, previa verifica della loro qualità da parte nostra.

 

Nel concreto, il nostro servizio di validazione del contenuto della documentazione offre 2 vantaggi:

 

✓  La certezza che il tuo prodotto sia conforme alle direttive e ai regolamenti applicabili;

 

    La dimostrazione di aver effettuato un corretto iter CE, (e di aver quindi redatto tutta la documentazione necessaria), senza doverla condividere necessariamente con terzi (clienti, autorità di controllo, filiali, rappresentanti, agenzie di rappresentanza, importatori, esportatori, …). La riservatezza per noi è importante!

 

Nota bene! Il servizio è disponibile anche per la marcatura UKCA.

 

Vuoi saperne di più? Clicca il pulsante qui sotto e contattaci per ricevere maggiori informazioni!  

 

Contattaci

 

Settori merceologici
MARCATURA CE

Metalmeccanico
Chimico
Alimentare e bevande
Trattamento e depurazione acque
Trattamento rifiuti
Automotive
Carta e cartone
Imballaggio
Gomma e plastica
Per maggiori informazioni


NOME
COGNOME
AZIENDA
E-MAIL
MESSAGGIO


Dichiaro di avere preso visione dell'Informativa e acconsento al trattamento dei miei dati personali.

INVIA

Dubbi o richieste particolari?

Fissa un appuntamento con i nostri esperti
Potrai parlare con loro sia di persona che on-line

Se vuoi fissare un appuntamento con i nostri esperti clicca sul pulsante sottostante, verrai reindirizzato sulla nostra agenda digitale dove potrai scegliere quando incontrarci e in che modo (on-line o di persona). Ti aspettiamo!



VAI ALL'AGENDA
INFORMATIVA RACCOLTA DATI SITO WEB 
secondo Art. 13 - Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR) e Art. 13 - D.Lgs. n. 196/03

mtm consulting s.r.l. s.u. (in seguito, “Titolare”), con sede legale in Via L. Ariosto 10, 20900 Monza (MB), P.iva 02994950968, Tel. (+39)0392848437, e-mail: info@emtem.com, in qualità di Titolare del trattamento, La informa ai sensi dell’art. 13, Regolamento UE n. 2016/679 (in seguito, “GDPR”) e dell’art. 13, D.Lgs. n. 196/03 (in seguito “Codice Privacy”) che i Suoi dati saranno trattati con le modalità e per le finalità seguenti:

1. Origine, finalità e modalità del trattamento cui sono destinati i dati

I dati personali trattati sono quelli da Lei forniti volontariamente:
a) per l’iscrizione alla newsletter inserendo la Sua e-mail nell’apposito campo sul sito web,
b) per la richiesta di maggiori informazioni compilando gli appositi campi sul sito web,
c) in occasione dell’invio del curriculum tramite la pagina dedicata sul sito web,
e verranno trattati esclusivamente per, rispettivamente,
a) inviarle periodicamente la newsletter informativa contenente anche materiale informativo, anche a contenuto commerciale/promozionale, dei prodotti, delle iniziative e degli eventi della nostra Società;
b) risponderLe relativamente al quesito inserito sulla pagina dedicata del sito web,
c) seguire le finalità connesse alla valutazione e alla selezione dei candidati.

I Suoi Dati Personali sono trattati esclusivamente a fronte del consenso rilasciato tramite specifica applicazione della spunta prevista sulla pagina del sito web in accordo a quanto richiesto dall’Art. 6 paragrafo 1 del GDPR.

2. Modalità del trattamento

Il Trattamento dei Suoi dati personali sarà improntato a principi di correttezza, liceità e trasparenza, tutelando la Sua riservatezza ed i Suoi diritti ed avverrà mediante strumenti e secondo procedure aziendali idonee a garantirne la sicurezza e la riservatezza. 
Le modalità di Trattamento dei dati a Lei riferibili prevederanno l'utilizzo di strumenti manuali, informatici e telematici, con logiche strettamente correlate alle finalità sopra indicate.
Il trattamento dei Suoi dati personali è realizzato secondo le operazioni indicate all’art. 4 punto 2) del GDPR e precisamente: raccolta, registrazione, organizzazione, strutturazione, conservazione, adattamento, modifica, estrazione, consultazione, uso, cancellazione e distruzione dei dati. 

3. Esclusivamente per quanto riferito al punto c) - Categorie particolari di dati personali trattati 

Tra i dati raccolti potrebbero essere presenti dati personali rientranti nelle categorie particolari, di cui all’Art. 9, paragrafo 1 del GDPR, quali dati personali che rivelano l’origine razziale o etnica, le opinioni politiche, le convinzioni religiose o filosofiche, l’appartenenza sindacale nonché dati genetici, dati relativi alla salute e alla vita sessuale o all’orientamento sessuale della persona.

Per tale motivo, il trattamento delle categorie di dati sopra indicati è effettuato in accordo a quanto previsto dall’Art. 9, paragrafo 2, lettera a) del GDPR che prevede il consenso esplicito da parte dell’interessato (come indicato al punto 1), al trattamento dei dati personali sopra indicati per le finalità connesse alla valutazione e alla selezione dei candidati.

4. Durata del trattamento

Il Titolare del trattamento conserva e tratta i dati personali per il tempo strettamente necessario ad adempiere alle finalità sopra indicate.
Esclusivamente per quanto riferito al punto c), i dati personali saranno conservati per un periodo non superiore a 24 mesi dalla loro ricezione o dal loro ultimo aggiornamento.

5. Natura obbligatoria o facoltativa del conferimento dei dati

Il conferimento dei dati personali è facoltativo, tuttavia il Suo rifiuto a fornirli o a prestare il consenso al trattamento determinerà unicamente per il Titolare l’impossibilità di trattare i Suoi dati e conseguentemente, di perseguire le finalità indicate al punto 1.

6. Categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili.

I suoi dati personali saranno trattati esclusivamente da dipendenti e/o collaboratori del Titolare nominati Responsabili o persone autorizzate al trattamento, nel rispetto di quanto previsto dalla legge anche con riguardo alle misure di sicurezza a protezione e salvaguardia dei Suoi dati.
Il Titolare potrà comunicare i Suoi dati personali a quei soggetti legittimati ad accedervi in forza di disposizioni di legge, regolamenti, normative.
I suoi dati non saranno in alcun modo diffusi.

7. Trasferimento dei dati

Il Titolare del trattamento non trasferirà i Suoi dati personali in paesi terzi o a organizzazioni internazionali. 
Tuttavia, si riserva la possibilità di utilizzare servizi in cloud; nel qual caso, i fornitori dei servizi saranno selezionati tra coloro che forniscono garanzie adeguate, così come previsto dall’art. 46 del GDPR. 

8. Diritti dell’interessato

Con riferimento agli artt. 15 (diritto di accesso), 16 (diritto di rettifica), 17 (diritto alla cancellazione), 18 (diritto alla limitazione del trattamento), 20 (diritto alla portabilità), 21 (diritto di opposizione), 22 (diritto di opposizione al processo decisionale automatizzato) del GDPR e all’art. 7 del Codice Privacy, l’interessato può esercitare i suoi diritti scrivendo al Titolare del trattamento all’indirizzo sopra riportato, oppure a mezzo email, specificando l’oggetto della sua richiesta, il diritto che intende esercitare e allegando fotocopia di un documento di identità che attesti la legittimità della richiesta.
Per Sua comodità, si riporta di seguito il contenuto dell’Art. 15 del GDPR.

Art. 15 Diritti di accesso dell’interessato
1. L'interessato ha il diritto di ottenere dal titolare del trattamento la conferma che sia o meno in corso un trattamento di dati personali che lo riguardano e in tal caso, di ottenere l'accesso ai dati personali e alle seguenti informazioni:
a) le finalità del trattamento;
b) le categorie di dati personali in questione;
c) i destinatari o le categorie di destinatari a cui i dati personali sono stati o saranno comunicati, in particolare se destinatari di paesi terzi o organizzazioni internazionali;
d) quando possibile, il periodo di conservazione dei dati personali previsto oppure, se non è possibile, i criteri utilizzati per determinare tale periodo;
e) l'esistenza del diritto dell'interessato di chiedere al titolare del trattamento la rettifica o la cancellazione dei dati personali o la limitazione del trattamento dei dati personali che lo riguardano o di opporsi al loro trattamento;
f) il diritto di proporre reclamo a un'autorità di controllo;
g) qualora i dati non siano raccolti presso l'interessato, tutte le informazioni disponibili sulla loro origine;
h) l'esistenza di un processo decisionale automatizzato, compresa la profilazione di cui all'articolo 22, paragrafi 1 e 4, e, almeno in tali casi, informazioni significative sulla logica utilizzata, nonché l'importanza e le conseguenze previste di tale trattamento per l'interessato.
2. Qualora i dati personali siano trasferiti a un paese terzo o a un'organizzazione internazionale, l'interessato ha il diritto di essere informato dell'esistenza di garanzie adeguate ai sensi dell'articolo 46 relative al trasferimento.
3. Il titolare del trattamento fornisce una copia dei dati personali oggetto di trattamento. In caso di ulteriori copie richieste dall'interessato, il titolare del trattamento può addebitare un contributo spese ragionevole basato sui costi amministrativi. Se l'interessato presenta la richiesta mediante mezzi elettronici, e salvo indicazione diversa dell'interessato, le informazioni sono fornite in un formato elettronico di uso comune.
4. Il diritto di ottenere una copia di cui al paragrafo 3 non deve ledere i diritti e le libertà altrui.

9. Revoca del consenso

Con riferimento all’art.6 del GDPR l’interessato può revocare in qualsiasi momento il consenso prestato senza pregiudicare la liceità del trattamento basata sul consenso prestato prima della revoca.

10. Processi decisionali automatizzati

Il Titolare non effettua trattamenti che consistono in processi decisionali automatizzati sui dati trattati.

11. Estremi identificativi del Titolare

Il Titolare dei suddetti Trattamenti è 
mtm consulting s.r.l. s.u.
Via L. Ariosto 10, 20900 Monza (MB), 
P.iva 02994950968 
Tel. (+39)0392848437
e-mail:
info@emtem.com  .

L’elenco aggiornato dei responsabili e delle persone autorizzate al trattamento è custodito presso la sede del Titolare del trattamento.

ISCRIVITI

INVIA
INFORMATIVA RACCOLTA DATI SITO WEB 
secondo Art. 13 - Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR) e Art. 13 - D.Lgs. n. 196/03

mtm consulting s.r.l. s.u. (in seguito, “Titolare”), con sede legale in Via L. Ariosto 10, 20900 Monza (MB), P.iva 02994950968, Tel. (+39)0392848437, e-mail: info@emtem.com, in qualità di Titolare del trattamento, La informa ai sensi dell’art. 13, Regolamento UE n. 2016/679 (in seguito, “GDPR”) e dell’art. 13, D.Lgs. n. 196/03 (in seguito “Codice Privacy”) che i Suoi dati saranno trattati con le modalità e per le finalità seguenti:

1. Origine, finalità e modalità del trattamento cui sono destinati i dati

I dati personali trattati sono quelli da Lei forniti volontariamente:
a) per l’iscrizione alla newsletter inserendo la Sua e-mail nell’apposito campo sul sito web,
b) per la richiesta di maggiori informazioni compilando gli appositi campi sul sito web,
c) in occasione dell’invio del curriculum tramite la pagina dedicata sul sito web,
e verranno trattati esclusivamente per, rispettivamente,
a) inviarle periodicamente la newsletter informativa contenente anche materiale informativo, anche a contenuto commerciale/promozionale, dei prodotti, delle iniziative e degli eventi della nostra Società;
b) risponderLe relativamente al quesito inserito sulla pagina dedicata del sito web,
c) seguire le finalità connesse alla valutazione e alla selezione dei candidati.

I Suoi Dati Personali sono trattati esclusivamente a fronte del consenso rilasciato tramite specifica applicazione della spunta prevista sulla pagina del sito web in accordo a quanto richiesto dall’Art. 6 paragrafo 1 del GDPR.

2. Modalità del trattamento

Il Trattamento dei Suoi dati personali sarà improntato a principi di correttezza, liceità e trasparenza, tutelando la Sua riservatezza ed i Suoi diritti ed avverrà mediante strumenti e secondo procedure aziendali idonee a garantirne la sicurezza e la riservatezza. 
Le modalità di Trattamento dei dati a Lei riferibili prevederanno l'utilizzo di strumenti manuali, informatici e telematici, con logiche strettamente correlate alle finalità sopra indicate.
Il trattamento dei Suoi dati personali è realizzato secondo le operazioni indicate all’art. 4 punto 2) del GDPR e precisamente: raccolta, registrazione, organizzazione, strutturazione, conservazione, adattamento, modifica, estrazione, consultazione, uso, cancellazione e distruzione dei dati. 

3. Esclusivamente per quanto riferito al punto c) - Categorie particolari di dati personali trattati 

Tra i dati raccolti potrebbero essere presenti dati personali rientranti nelle categorie particolari, di cui all’Art. 9, paragrafo 1 del GDPR, quali dati personali che rivelano l’origine razziale o etnica, le opinioni politiche, le convinzioni religiose o filosofiche, l’appartenenza sindacale nonché dati genetici, dati relativi alla salute e alla vita sessuale o all’orientamento sessuale della persona.

Per tale motivo, il trattamento delle categorie di dati sopra indicati è effettuato in accordo a quanto previsto dall’Art. 9, paragrafo 2, lettera a) del GDPR che prevede il consenso esplicito da parte dell’interessato (come indicato al punto 1), al trattamento dei dati personali sopra indicati per le finalità connesse alla valutazione e alla selezione dei candidati.

4. Durata del trattamento

Il Titolare del trattamento conserva e tratta i dati personali per il tempo strettamente necessario ad adempiere alle finalità sopra indicate.
Esclusivamente per quanto riferito al punto c), i dati personali saranno conservati per un periodo non superiore a 24 mesi dalla loro ricezione o dal loro ultimo aggiornamento.

5. Natura obbligatoria o facoltativa del conferimento dei dati

Il conferimento dei dati personali è facoltativo, tuttavia il Suo rifiuto a fornirli o a prestare il consenso al trattamento determinerà unicamente per il Titolare l’impossibilità di trattare i Suoi dati e conseguentemente, di perseguire le finalità indicate al punto 1.

6. Categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili.

I suoi dati personali saranno trattati esclusivamente da dipendenti e/o collaboratori del Titolare nominati Responsabili o persone autorizzate al trattamento, nel rispetto di quanto previsto dalla legge anche con riguardo alle misure di sicurezza a protezione e salvaguardia dei Suoi dati.
Il Titolare potrà comunicare i Suoi dati personali a quei soggetti legittimati ad accedervi in forza di disposizioni di legge, regolamenti, normative.
I suoi dati non saranno in alcun modo diffusi.

7. Trasferimento dei dati

Il Titolare del trattamento non trasferirà i Suoi dati personali in paesi terzi o a organizzazioni internazionali. 
Tuttavia, si riserva la possibilità di utilizzare servizi in cloud; nel qual caso, i fornitori dei servizi saranno selezionati tra coloro che forniscono garanzie adeguate, così come previsto dall’art. 46 del GDPR. 

8. Diritti dell’interessato

Con riferimento agli artt. 15 (diritto di accesso), 16 (diritto di rettifica), 17 (diritto alla cancellazione), 18 (diritto alla limitazione del trattamento), 20 (diritto alla portabilità), 21 (diritto di opposizione), 22 (diritto di opposizione al processo decisionale automatizzato) del GDPR e all’art. 7 del Codice Privacy, l’interessato può esercitare i suoi diritti scrivendo al Titolare del trattamento all’indirizzo sopra riportato, oppure a mezzo email, specificando l’oggetto della sua richiesta, il diritto che intende esercitare e allegando fotocopia di un documento di identità che attesti la legittimità della richiesta.
Per Sua comodità, si riporta di seguito il contenuto dell’Art. 15 del GDPR.

Art. 15 Diritti di accesso dell’interessato
1. L'interessato ha il diritto di ottenere dal titolare del trattamento la conferma che sia o meno in corso un trattamento di dati personali che lo riguardano e in tal caso, di ottenere l'accesso ai dati personali e alle seguenti informazioni:
a) le finalità del trattamento;
b) le categorie di dati personali in questione;
c) i destinatari o le categorie di destinatari a cui i dati personali sono stati o saranno comunicati, in particolare se destinatari di paesi terzi o organizzazioni internazionali;
d) quando possibile, il periodo di conservazione dei dati personali previsto oppure, se non è possibile, i criteri utilizzati per determinare tale periodo;
e) l'esistenza del diritto dell'interessato di chiedere al titolare del trattamento la rettifica o la cancellazione dei dati personali o la limitazione del trattamento dei dati personali che lo riguardano o di opporsi al loro trattamento;
f) il diritto di proporre reclamo a un'autorità di controllo;
g) qualora i dati non siano raccolti presso l'interessato, tutte le informazioni disponibili sulla loro origine;
h) l'esistenza di un processo decisionale automatizzato, compresa la profilazione di cui all'articolo 22, paragrafi 1 e 4, e, almeno in tali casi, informazioni significative sulla logica utilizzata, nonché l'importanza e le conseguenze previste di tale trattamento per l'interessato.
2. Qualora i dati personali siano trasferiti a un paese terzo o a un'organizzazione internazionale, l'interessato ha il diritto di essere informato dell'esistenza di garanzie adeguate ai sensi dell'articolo 46 relative al trasferimento.
3. Il titolare del trattamento fornisce una copia dei dati personali oggetto di trattamento. In caso di ulteriori copie richieste dall'interessato, il titolare del trattamento può addebitare un contributo spese ragionevole basato sui costi amministrativi. Se l'interessato presenta la richiesta mediante mezzi elettronici, e salvo indicazione diversa dell'interessato, le informazioni sono fornite in un formato elettronico di uso comune.
4. Il diritto di ottenere una copia di cui al paragrafo 3 non deve ledere i diritti e le libertà altrui.

9. Revoca del consenso

Con riferimento all’art.6 del GDPR l’interessato può revocare in qualsiasi momento il consenso prestato senza pregiudicare la liceità del trattamento basata sul consenso prestato prima della revoca.

10. Processi decisionali automatizzati

Il Titolare non effettua trattamenti che consistono in processi decisionali automatizzati sui dati trattati.

11. Estremi identificativi del Titolare

Il Titolare dei suddetti Trattamenti è 
mtm consulting s.r.l. s.u.
Via L. Ariosto 10, 20900 Monza (MB), 
P.iva 02994950968 
Tel. (+39)0392848437
e-mail:
info@emtem.com  .

L’elenco aggiornato dei responsabili e delle persone autorizzate al trattamento è custodito presso la sede del Titolare del trattamento.




TOP